Cafoscarina.it

Matteo Compareti

Le raffigurazioni di divinità pre-cristiane nella produzione fittile dell'Armenia ellenistica

Le fonti armene – tutte messe per iscritto da autori cristiani – conservano, in alcuni casi, informazioni preziose per ricostruire la cultura religiosa della regione caucasica in epoca precedente la conversione promossa da San Gregorio l’Illuminatore agli inizi del IV secolo. Non solo l’aspetto religioso ma tutta la cultura di quella regione – e, in particolare, proprio dell’Armenia pre-cristiana – era strettamente connessa al credo mazdeo (o zoroastriano che dir si voglia) diffuso nel mondo iranico, principalmente in Persia e in Asia centrale. Tali informazioni non sono tuttavia sempre precise. L’utilizzo di nomi greci in associazione a divinità di conclamata origine iranica, mesopotamica e, in qualche caso, anatolica ha spesso comportato ulteriori difficoltà interpretative. Lo studio dell’arte armena pre-cristiana costituisce quindi uno strumento indispensabile per comprendere meglio meccanismi non sempre chiari. Relativamente all’epoca qui presa in esame, l’iconografia religiosa è essenzialmente quella ellenistica che era diffusa un po’ ovunque nel mondo antico. La maggiore familiarità con forme ellenistiche può solo in parte sopperire alla mancanza di dati ineccepibili riscontrati nelle problematiche fonti scritte sebbene essa non si riveli sempre illuminante e vada quindi trattata con estrema cautela.

Prezzo: 14,00 €

Specifiche

Matteo Compareti
2017
144
9788875434083
cm 14,8 x 20,5

Libreria Editrice Cafoscarina S.r.l

Codice Fiscale e Partita IVA 00298940271